fbpx

Feto con stenosi del tronco polmonare e atresia del duodeno

Share This Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Tra gli approcci della cronopuntura della Triorigine esiste la cronopuntura embrionale, che permette di lavorare con la patologia congenita.

Paziente A, nata nel 1989. Si è rivolta a me quando era a 20 settimane di gravidanza. Al feto era stata diagnosticata la stenosi del tronco polmonare e l’atresia del duodeno. La diagnosi era stata confermata con indagine ecografica al termine della diciannovesima settimana. (08.11.2014) (foto 1). 

RH – della mamma.

Anamnesi: seconda gravidanza. Prima gravidanza interrotta a causa di patologia fetale. 

Avendo sentito parlare dei metodi della terapia Sujok la paziente credeva che avrebbero potuto risolvere il problema. 

La commissione di dottori che doveva valutare il caso aveva proposto alla signora di interrompere la gravidanza. La paziente aveva rifiutato. Considerando la possibilità di correzione operatoria delle patologia alla nascita aveva deciso di salvare il feto.

 È stato applicato il seguente trattamento

  1. Trattamento emotivo – inibizione dell’emozione della paura nella madre, secondo la sequenza: Hetero (mente) – Hetero (emozioni) – Homo (ramificazione delle emozioni Homo) – Neutro (cerchio) – Hetero (posizione della paura). Quindi, sono andata all’indice (dito Hetero) della mano sinistra, dove ho eseguito la sedazione di Hetero, la tonificazione di Homo, la tonificazione di Neutro sui principali punti della Triorigine del dito e ho applicato un ago perpendicolarmente su Neuto. Il controllo è perpendicolare al punto Neuto dell’articolazione distale del pollice.
  2. Essendo nello stato meditativo del Sorriso dell’Anima, ad ogni sessione ho determinato con quale settimana e giorno di sviluppo intrauterino era necessario lavorare utilizzando il metodo della cronopuntura fetale. Quindi volevo cancellare le informazioni su vari fattori energetici che interessano una donna incinta. Durante le varie sedute ho trattato sempre una settimana diversa della gravidanza, vale a dire le settimane numero 8, 4, 15, 6, 9, 22, 12, 2, 20, 24. Poiché il bambino non era ancora nato, e non era quindi possibile lavorare con il suo pollice, ho trattato quello della madre, collegandolo alla vita del feto. Ho posizionato l’ago perpendicolarmente sulla mano sinistra (metodo del punto “aperto”) nei punti corrispondenti alla settimana di sviluppo intrauterino che è stata trovata attraverso la meditazione.

    Ad esempio, l’ottava settimana si riferisce al secondo mese di sviluppo fetale associato all’articolazione distale del pollice. Su di esso, il punto Hetero corrisponde alla quinta settimana, il punto Homo corrisponde alla sesta settimana, il punto Neutro corrisponde alla settima settimana e il punto Neuto corrisponde all’ottava settimana. 
    Quindi, sul dito Neuto (l’ottava settimana), gli aghi sono stati posizionati perpendicolarmente ai punti Neuto di tutte le articolazioni e al punto Neuto del meridiano ungueale, armonizzandoli con il metodo del punto “aperto”. Allo stesso tempo, sulla mano destra della madre, i meridiani del cuore (E) e dell’intestino tenue (F) sono stati armonizzati: sedazione della Secchezza, tonificazione del Caldo e, come controllo, sedazione della Secchezza sui meridiani del cervello (I) e del midollo spinale (J).Il trattamento con 6 Ki sui Meridiani Byol si alternava con il trattamento sui Chakra Byol.Sui chakra, il trattamento è stato effettuato a livello delle energie unificate: sedazione della Secchezza unificata e tonificazione del Caldo unificato. Nella struttura del chakra Sahasrara è stata anche effettuata l’inibizione della Secchezza e la Tonificazione del Caldo.Nelle diverse sessioni dei 6 Ki, il primo ago è stato alternato: le sedute iniziavano, alternativamente, o con la sedazione della Secchezza o con la tonificazione del Caldo.

    All’età gestazionale di 23 settimane (14/04/2015 – dopo 3 settimane di trattamento), un’ecografia ha rivelato l’ipoplasia dell’arteria polmonare e del tratto gastrointestinale (segno della “doppia bolla”) (Foto 2).

     

  3. All’età gestazionale di 32 settimane, non sono state rilevate le malformazioni congenite precedentemente identificate (foto 3).
  4. Per rafforzare la placenta (che costituisce una barriera contro gli anticorpi Rh-negativi della madre che aggrediscono il feto Rh+), è stata eseguita la seguente correzione: Homo (corpo) – Hetero (sistemi funzionali) – Neutro (sistemi con i principali organi nella cavità addominale) – Neuto (sistema riproduttivo) – Neutro (utero gravido) – Neutro (mentre esaminavo la placenta). Quindi, sono arrivata sull’articolazione Neutro (centrale) del dito medio (Neutro) della mano destra della mamma, dove ho tonificato Hetero, Homo e Neutro e messo un ago perpendicolare su Neuto (per rafforzare la placenta stessa e la sua funzione di barriera). L’ago di controllo è stato posizionato perpendicolarmente al punto Neuto dell’articolazione distale del pollice. All’età gestazionale di 29 settimane e 4 giorni, è stato rilevato che il feto era cefalico e che c’era una maturazione precoce della placenta. L’emodinamica era normale (foto 4).
  5. All’età gestazionale di 34 settimane e 6 giorni, non si rilevavano disturbi circolatori (Foto 5).
  6. Per ridurre il rischio di conflitto Rh, sono state eseguite sessioni di correzione dell’anticorpo. Per questo, ho deciso di utilizzare questa sequenza: Homo (corpo) – Hetero (sistemi funzionali) – Neutro (sistemi con i principali organi nella cavità addominale) – Neutro (sistema immunitario) – Homo (è così che ho considerato il sangue in un sistema chiuso) – Hetero (è così che ho considerato i globuli rossi). Con il sangue Rh negativo, l’antigene proteico è assente sulla superficie dei globuli rossi. Le proteine ​​sono neutre. Pertanto, andando all’articolazione Hetero (globuli rossi) del dito Homo, ho applicato un ago perpendicolarmente (antigene) al punto Neutro e ho sedato Hetero, tonificato Homo, tonificato Neutro, e inserito un ago perpendicolare a Neuto nei punti principali di Triorigine. Come controllo ho inserito un ago perpendicolare al punto Neutro sull’articolazione prossimale del pollice. Nelle date del 15/06/2015 e del 26/06/2015 gli esami del sangue per il fattore Rh e per l’anticorpo anti-Rh hanno rilevato che il fattore Rh è negativo. Sono stati rilevati anticorpi alloeritrocitici, con titolo 1:4 (Foto n. 6).
    All’età gestazionale di 35 settimane e 6 giorni (dal 17.07.15) si rilevava presentazione cefalica. Non sono stati rilevati segni ecografici di conflitto Rh. L’emodinamica era normale (foto 7).
    6. La madre incinta, su mia raccomandazione, ha effettuato:

– Meditazione del Sorriso (e la bambina è nata sorridente).

– A casa, tra una sessione e l’altra, terapia con i meridiani Sujok Ki – colorando di rosso i meridiani Byol del cuore e dell’intestino tenue. Ha colorato di rosso il punto del chakra della Secchezza e di quello del Caldo (su entrambi i lati) e i punti di Caldo e Secchezza nella struttura del chakra Sahasrara.

– Nel sistema di corrispondenza, a livello della proiezione dell’utero sul palmo della mano ha disegnato un sorriso in rosso.

– Con i semi di anguria eseguiva periodicamente la tonificazione alternata dei meridiani Byol di fegato, reni, milza e polmoni.

La bambina è nata il 31/07/2015 senza patologia congenita (foto 8).

 

 

 

 

 


Terapista Sujok Andriyanova Anna

Prima pubblicazione del caso clinico 02.02.2019 nel volume SIC – 2019 SOUVENIR 

More To Explore

Casi clinici

Rinorrea allergica

Un caso di cura miracolosa si è verificato durante il seminario del dottor Minkyu a Yakutsk. Il Dr. Minkyu ha spiegato i Sujok Ki orizzontali. Quel

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.